Aggressione, contestato odio razziale

E' contestata anche l'aggravante dell'odio razziale ad un operaio di 33 anni che nella serata di ieri ha aggredito prima un migrante e poi una operatrice - colpendoli a calci e pugni e provocando loro trauma cranico ed addominale - all'interno di una struttura di accoglienza di Atena Lucana, a Sud di Salerno. Nel corso della nottata i carabinieri della compagnia di Sala Consilina, guidati dal capitano Davide Acquaviva, hanno riscontrato che l'uomo sul proprio profilo social ha pubblicato post inneggianti al nazismo e al fascismo. Pur essendo al momento dell'aggressione in preda ai fumi dell'alcol, l'uomo, ritengono i Carabinieri, avrebbe potuto premeditare l'azione durante la quale ha leggermente ferito anche un militare - intervenuto sul posto - e danneggiato una gazzella. L'aggressore è stato arrestato. Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ingiurie, minacce e lesioni aggravate dall'odio razziale, danneggiamento e guida in stato di ebbrezza alcolica sono i reati contestati.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Positano News
  2. OndaNews
  3. Info Oggi
  4. Qui Cosenza
  5. La Siritide

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Nemoli

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...